Avvicinarsi al mondo minimalista

Rientrare a casa dopo un lungo viaggio significa stare un po’ in famiglia, vedere gli amici e soprattutto rendersi conto di ciò che c’è servito per sopravvivere!

Si, avete letto bene, perché per vivere serve veramente poco e ormai, amica del decluttering da diversi anni, tutte le volte che rientro da un viaggio trovo sempre qualcosa da eliminare! 

Qual’è la frase che mi sento ripetere più spesso?

“Da te non me l’aspettavo! Quella che non si faceva mancare la scarpa tacco 12, shopping sfrenato per centri commerciali e vie storiche della città giusto per spendere soldi”.

Mi son resa conto che negli angoli bui dell’armadio avevo ancora capi con l’etichetta attaccata.

Quanti viaggi mi sarei fatta con quei soldini!!

Se me l’avessero spiegato probabilmente avrei avuto non poche difficoltà a recepire il messaggio, infatti non ha tardato ad arrivare.

Cambiando la prospettiva nel modo di viaggiare (dormire in ostelli, mangiare negli street food, voli super economici) ho iniziato a dare delle priorità diverse e così pian piano mi sono avvicinata al mondo minimalista che non è una tendenza ma un vero e proprio modo di vivere che non va contro la ricchezza, ma contro l’abbondanza.

Pensate che Fumio Sasaki, vero e proprio eroe minimalista. Nel suo monolocale di Tokyo vive solo con un computer, tre magliette, quattro pantaloni, quattro paia di calzini e tre paia di scarpe. Come fa? Lui dice che guardando un oggetto, se esita almeno cinque volte a considerarlo indispensabile, allora lo getta! 🙂 Semplice no?

Direi che è facile da dirsi ma i fatti parlano chiaro.

Quanti di voi riuscirebbero a fare una vera e propria selezione?

Ricordiamoci che meno cose possediamo e più liberi ci sentiamo!

(Potrebbe essere lo spunto di una campagna pubblicitaria 🙂 )

E infatti il viaggio più recente dalla durata di ben 7 mesi l’ho fatto con uno zaino di dimensioni bagaglio a mano Ryanair 55 × 40 × 20 cm.

Direi che la prova è stata superata alla grande ( non ai livelli di Fumio Sasaki)

Trovare il coraggio di guardare da vicino tutti gli oggetti, la loro vita è già un grande passo verso la consapevolezza di un passato che è destinato a scomparire dalla nostra vista ma restare nei nostri cuori e un futuro che ci aspetta!!

A proposito….adesso scendo in cantina e riprendo ad alleggerirmi!!

A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...